Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Giuli
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Editoriale

Perche' KitShow?

  I prossimi eventi

3ª Mostra di Modellismo Corazzato Statico


3ª Mostra di Modellismo Corazzato Statico
8/10 Marzo - Pontelagoscuro (Fe)

Republic F-84G Thunderjet - Angelo Battistelli

5^ Aerobrigata Pattuglia Acrobatica "Guizzo"
Verona Villafranca 1952-1953.




Velivolo monoposto ad ala dritta con prestazioni transoniche venne impiegato dall'U.S.A.F. durante la guerra di Corea.
Dei 4.400 esemplari costruiti una parte di essi, venne assegnata alle forze aeree dei paesi della N.A.T.O. fra i quali l'Italia. A partire dal Maggio del 1952 ricevette ben 254 esemplari per ricostituire i ranghi dell'Aeronautica Militare che nell'ambito degli impegni dell'Alleanza Atlantica, aveva acquisito nuovi velivoli con il fine di adeguare i piloti ad un addestramento migliore dal punto di vista delle tattiche e del impiego operativo.
I primi reparti dell'A.M.I. ad utilizzare il Thunderjet furono la 5^ Aerobrigata, la 6^ e la 51^, mentre la 3^ lo impiegò come velivolo da ricognizione per rilevamenti aerofotografici da alta quota essendo provvisto di fotocamere nel serbatoio alare sinistro.




Gli "Skyblazer" italiani.
Questo fu l'appellativo adottato dai piloti del Reparto il cui programma di volo si ispirava a quello della Pattuglia Acrobatica Americana che proprio in quegli anni aveva iniziato le sue esibizioni in vari paesi del mondo. Proprio per le sue caratteristiche di maneggevolezza, negli anni Cinquanta, fu impiegato a gruppi di quattro velivoli dalle pattuglie di Stormo della 51^ Aerobrigata le "Tigri Bianche", dalla 5^ con la Pattuglia Acrobatica "Guizzo" poi "Getti Tonanti", prima della creazione del 313 mo Gruppo Frecce Tricolori avvenuta negli sessanta.




Il Kit Tamiya
Nel mercato modellistico internazionale sono presenti in scala 1/48 la scatola di montaggio Tamiya e la Revell (Pro Modeller).
Molto semplice da assemblare è composto da 90 pezzi in plastica grigia e pur essendo stato immesso nel lontano 1998 conserva bene le linee generali con pannellature finemente incise, vano armi visibile, flaps e aerofreno ventrale da posizionare rispettivamente posizione abbassati e aperto con una precisione tipica della ditta Giapponese.










Colorazione
Su tutte le superfici dell'aereo sono state applicate più mani di Model Master Metalizer con la sola eccezione del pannello antiriflesso e della parte retrostante il tettuccio scorrevole in Olive Drab 41 della Gunze Sangyo.
Avrei dovuto applicare uno strato di nero lucido prima di spruzzare ad aerografo l'Alluminium ma non ho voluto farlo per non "appesantire" le pannellature finemente incise con più strati di vernice.
Per quanto riguarda i Frames del tettuccio ho ritagliato delle sottili strisce di nastro adesivo di carta dopo averle colorate in Off Withe Gunze H 21.
Una volta terminata questa operazione tutte le superfici in argento del Thunderjet sono state sigillate con la vernice Sealer for Metalizer della Model Master per mantenere inalterata la tonalità e la lucentezza del colore nel tempo.








Le Decals
Avendo deciso di riprodurre il velivolo italiano ho optato per un velivolo acrobatico. La mia scelta è ricaduta sulla pattuglia acrobatica della 5^ Aerobrigata "Guizzo" che prendeva il nome dal nominativo radio del 103mo Gruppo e che aveva al suo interno elementi dei tre Reparti di Volo della Brigata precisamemente 101mo "Lampo", 102mo "Luce", 103mo "Guizzo"come riportato dai tre colori (giallo, blu, rosso) presenti sulla parte fissa del timone verticale di coda.
Lampo rosso stilizzato sui serbatoi di estremità alare del 103mo Gruppo.
- Decals TauroModels
 - 48-504 Stemmi di Reparto.
 - 48-528 per le coccarde sulle ali.
 - 48-547 per i codici sulla fusoliera.
 - 72-543 per i serials sulla deriva.
 - 72-557 per le coccarde in fusoliera.
- Stencils provenienti Kit no. 61060.

Il tutto si conclude con un lavaggio con nero molto diluito su tutte le pannellature.




Cordiali saluti a tutti i modellisti e lettori di Kitshow e un sentito ringraziamento per aver apprezzato i modelli da me realizzati.





Commento di Alby Starkiller [19/02/2019]:
... Che bello!!!
Una realizzazione davvero ottima.

Complimenti.
Un salutone.
Alby

Commento di ezio bottasini [19/02/2019]:
Ciao Angelo, molto bello, pulito e preciso come si addice ad un aereo acrobatico.
Mi piace, al prossimo.
Ezio

Commento di Gianni [20/02/2019]:
Complimenti Angelo , sembra un gioiellino ...me lo immagino in una vetrina con orologi , catenine , bracciali e poi lui....
un lavoro pulito come ci hai abituati, io non vedo nulla che stoni ...qualche piccola imperfezione ...niente.
Bravissimo
Gianni

Commento di Valter vaudagna [20/02/2019]:
👍ben fatto....Bravo un bel lavoro

Commento di Enrico Calanchini [21/02/2019]:
Bellissimo soggetto e realizzazione impeccabile come del resto ci hai abituati, bravo, complimenti.

Ciao Enrico

Commento di michelangelo galli [22/02/2019]:
Molto bello... fatto con masssima cura e maestria... modellista molto bravo!

Commento di Marco Giuli [23/02/2019]:
Complimenti! Apprezzo molto la tua precisione e pulizia, sia nel montaggio che nella colorazione. I kit Tamiya sono spendidi, precisi, dettagliati e facili da montare. Ci sarebbe solo un piccolo particolare, una sciocchezza, che avresti dovuto correggere; l'ho letto alcuni anni fa su una rivista specializzata.
Le due prese d'aria ausiliari del motore ai lati della fusoliera in zona abitacolo, quando il motore è spento, sono sempre chiuse.
A parte questo, non si nota la minima imperfezione nel modello. Condivido con te la scelta dei metalizer della Model Master. Questi, come gli Alclad II, sono i miei preferiti. Con questi colori il realismo è totale.
Saluti da Marco Giuli.



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No