Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Bruno Lucchini
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Mazza
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Editoriale

Perche' KitShow?

Omaha Beach – 6 Giugno 1944 - Riccardo Casati

Dedico questo mio Diorama a tutti quegli uomini anzi no, Eroi, che Hanno Dato la vita su quelle spiagge; il mio lavoro è ben poca cosa paragonato a quello che loro hanno fatto !!!




Un po di storia
Lo sbarco in Normandia (nome in codice operazione Neptune parte della più ampia operazione Overlord), fu la più grande invasione anfibia della storia, messa in atto dalle forze alleate per aprire un secondo fronte inEuropa e invadere così la Germania nazista.
Lo sbarco avvenne sulle spiagge della Normandia, nel nord della Francia, alle 6.30 del mattino di martedì 6 giugno 1944, data nota come D-Day.
Nelle settimane seguenti le operazioni continuarono con la campagna terrestre (battaglia di Normandia), che ebbe lo scopo di rafforzare ed espandere la testa di ponte nella Francia occupata, fino alla liberazione di Parigi (25 agosto) e la ritirata dei tedeschi oltre il fiume Senna (completata il 30 agosto).
Dopo questa prima fase la strategia alleata prevedeva di sconfiggere completamente le forze tedesche schierate ad ovest, avanzare in profondità per liberare l'Europa occupata e concorrere, in cooperazione con l'Armata Rossa, in avanzata da est, all'invasione della Germania e alla distruzione del Terzo Reich.
Gli Americani sbarcarono su due spiagge chiamate Omaha e Utah, gli Inglesi e i Canadesi a Gold, Juno e Sword; mentre su tutte le spiagge gli sbarchi furono relativamente facili, ad Omaha ci furono le maggiori difficoltà e le perdite furono devastanti.
Le divisioni assegnate ad Omaha erano La 1ª Divisione Fanteria e 29ª Divisione Fanteria.




Diaorama
Io ho voluto ricreare quel Tragico giorno, più precisamente Omaha beach Settore Dog Green che era situato nella parte piu a destra di Omaha proprio dove c'era una delle uscite dalla spiaggia, il canalone di Vierville (DOG ONE) che la 29ª doveva prendere per cominciare l'avanzata verso l'interno.




Nel piano di sbarco della 29ª all'ora H+3 sarebbe dovuto sbarcare in loro appoggio il 2º battaglione rangers compagnia C mentre la A e la B sarebbero sbarcate più tardi nella mattinata e le compagnie D, E, F invece puntarono a bordo dei loro Higgins verso Pointe Du Hoc, scogliera sulla destra di Omaha.
Opposti a loro trovarono ben appostati nei Bunker e per nulla danneggiati dai bombardamenti alleati i Tedeschi della 352ª divisione fanteria della Wehrmacht.




Costruzione
il Diorama l'ho costruito su una base in legno da 1500 x 500 millimetri dove ho creato, per realizzare la collina, un telaio con legni incrociati tra loro e poi ricoperti con bende gessate, qui ho costruito una postazione per un cannone anticarro da 75mm, l'ho realizzata con dei pezzi di cartongesso sagomati e rasati poi con dello stucco; inoltre ho ricavato una trincea e una postazione mortaio.




A ridosso della collina ho ricreato degli ostacoli in filo spinato, tutto realizzato a mano intrecciando del filo di rame; per quando riguarda la spiaggia ho fatto una base di gesso e poi l'ho ricoperta con della sabbia che ho fissato incollandola con vinavil; tengo molto a dire che la sabbia usata per ricreare la spiaggia è veramente quella di Omaha che ho preso personalmente in Normandia.







Per il mare ho usato lo stesso procedimento utilizzato nel diorama della Missouri: silicone mischiato con delle gocce di colore e poi modellato per ricreare le onde, schiuma e quant'altro.






Ho cercato di ricreare un mare mosso per il brutto tempo e per la grande quantità di mezzi da sbarco che sicuramente in quel giorno l'avranno solcato nel portare quei ragazzi verso il loro destino.
In alcuni punti l'ho reso rosso come secondo me avrebbe potuto essere quando i corpi dei soldati colpiti vi fossero caduti.




I feriti e i morti li ho realizzati tagliando, modificando e scaldando con il phone alcuni figurini.




Usando la stessa tecnica, ho fatto anche i soldati che saltano dai bordi dell'Higgins (LCVP), a questi ultimi ho piegato gambe e braccia scaldandole e, laddove era impossibile ottenere delle posizioni che andassero bene per farli sembrare arrampicati sulle fiancate dell'LCVP, ho "tagliato" gli arti riposizionandoli e stuccandoli. Con la verniciatura ho concluso il mio lavoro di "sezionamento".








Ho realizzato e posizionato soldati della 29ª divisione fanteria, del 2º battaglione rangers, del genio Engineer Special Brigade, del 7th Naval Beach Battalion.














Per i tedeschi la 352ª divisione; ho messo anche qualche SS anche se non so se effettivamente ci fossero.














Ci sono due Higgins e due Carri, uno Sherman M4A3 e un M5A1 Stuart, inoltre ho aggiunto due P51 Mustang con la tipica colorazione verde con le strisce di invasione Bianche e il Muso azzurro come erano i P51 della 8th Air Force nel giugno del 44, quando arrivavano in volo radente dal mare verso la costa per sparare sulle postazioni tedesche.






I soldati sono più di 120 tra americani e tedeschi, ho recuperato tutto quello che ho trovato di Tamiya, Dragon e Masterbox, due LCVP Italeri; i due Carri, cannone, mortaio e i due P51 sono tutti Tamiya.




Questo diorama è ciò che ho immaginato per il D Day ed è stato il mio primo lavoro, un anno e mezzo fa.
Ho cominciato con il modellismo proprio con questa realizzazione e, appena finito di mettere gli ultimi particolari, mi sono talmente fatto prendere che ho deciso di continuare a fare modellismo...








Spero vi piaccia e gradirei molto conoscere i vostri commenti.

Alla prossima!


Riccardo Casati

[Gallery]

10.06.2014




Commento di Roberto [10/06/2014]:
Guarda, nonostante le soluzioni un po' giocattolose dei fumi,delle esplosioni, e delle eliche dei P 51, che sono tra le cose più difficilida riprodurre, devo dire che, hai fatto un lavoro impressionante dal punto di vista della quantità', ma soprattutto m ha colpito la dinamicità' della scena. Forse qualche scudetto sugli elmetti tedeschi e' nel posto sbagliato, ma anche se fosse, non toglie nulla al lavoro fatto.
Roberto

Commento di Gianfranco [10/06/2014]:
Bellissimo, questo modo di rievocare la storia è affascinante, lo proporrei nelle scuole i ragazzi ne sarebbero entusiasti.
Un gran lavoro, una grande mano complimenti

Commento di Mario [10/06/2014]:
Gran lavoro e conoscenza della storia!
Davvero spettacolare!!!!!
Complimenti!

Commento di ezio bottasini [11/06/2014]:
Ciao Riccardo, veramente impressionante, articolato e di enorme impatto visivo, concordo con Gianfranco, potrebbe essere il modo migliore per far appassionare alla storia le nuove generazioni. Se anche c'è, qualche comprensibile errore, sicuramente nell'insieme, passa inosservato. Siceri complimenti, personalmente non sarei in grado di realizzare un'opera simile.
Salutoni Ezio

Commento di Riccardo Casati [11/06/2014]:
Ciao Mario e Gianfranco grazie del vostro commento l ho apprezzato molto ... grazie

Riccardo

Commento di Riccardo Casati [11/06/2014]:
Ciao Roberto per quanto riguarda le esplosioni e le eliche dei p51 ad oggi le mie capacità modellistiche nn mi permettono di più ...se tu mi vuoi dare dei consigli in merito sono ben accetti ...per le insegne sugli elmetti dei tedeschi come già detto nella mia presentazione sono licenze che mi prendo ...come vedi anche gli spari dei soldati è una di queste nelle prime ondate di sbarchi il 116° nella realta fu quasi totalmente spazzato via senza sparare un colpo ...sono cose che faccio più dettate dal cuore che dalla realtà.... grazie di aver commentato ..

Riccardo

Commento di Luca Navoni [11/06/2014]:
Ciao Riccardo, bello il modo di rievocare e di riprodurre un momento della storia così significativo, veramente impressionante e un'impatto visivo davvero coinvolgente....
Complimenti non passa di certo inosservato.
Davvero spettacolare!!!!!
Luca

Commento di Fabio Bonatti [11/06/2014]:
Sono sbalordito!! Non ho parole per esprimere quanto mi piace questa opera!!
I miei più sinceri complimenti

Commento di Alby Starkiller [11/06/2014]:
Ciao Riccardo,
questa tua "titanica" impresa è: SPETTACOLARE!!! DINAMICA!!! ACCURATA!!! REALISTICA!!! FAVOLOSA!!! ...NON SAPREI + cos'altro aggiungere, perchè mi mancano le parole ora!
Ne ho viste diverse di realizzazioni dello sbarco in Normandia, ma questa tua è di certo la + bella in assoluto! i miei migliori complimenti!
Un caro saluto.
A presto.
Alby.

Commento di giuseppe giovenco [11/06/2014]:
complimenti!!! ancora qualche foto e mi sarei immedesimato da protagonista nel diorama! sembra dis entire i colpi di mitragliatirce sopra la testa - devo dire spettacolare - giuseppe

Commento di Dino Dall'Asta [11/06/2014]:
Un lavoro veramente notevole, accurato e ottimamente ambientato...bravissimo!!

Commento di Roberto [11/06/2014]:
Come ho scritto fumo ed esplosioni sono tra le cose più difficili da riprodurre,ci si sono cimentati fior di modellisti e non hanno fatto molto meglio, quindi ammiro la tua scelta coraggiosa, e la realizzazione, credo che difficilmente avresti potuto far meglio, non per le tue capacità, ma perchè effettivamente le tecniche non lo consonteno.
Comunque si fanno perdonare, quello pelo di realismo in meno, è pienamente compensato dal' ulteroire dinamicità che danno all' insieme.

Di nuovo complimenti.

Commento di Riccardo Casati [12/06/2014]:
Ragazzi veramente vi ringrazio tutti mi date un grande stimolo per continuare aspetto con ansia i vostri lavori e so che saranno tutti degni di nota e in linea con il meraviglioso sito in cui tutti noi esponiamo ... ora sto lavorando ad un altro progetto che da un po mi frulla in testa ....i vostri complimenti mi sostengono veramente ...vediamo cosa riesco a combinare ... grazie grazie e un saluto a tutti ..

Commento di giampaolo bianchi [13/06/2014]:
Caro Riccardo sono rimasto senza parole.io mi ritengo uno tra i massimi esperti " dilettanti " sulla storia dell'operazione OVERLORD. .sono trenta anni che la studio sia tramite la storiografia ufficiale che da autentiche fonti storiche nel varie biblioteche nazionali e militari..a parte le bazzecole degli stemmi sugli elmetti, al tuo diorama manca solamente. ..L'AUDIO! !!.mi hai ritrasmesso la stessa emozione con conseguente morsa allo stomaco dei primi 20 minuti del film SALVATE IL SOLDATO RYAN...stupefacente..eccezionale la resa del fuco delle armi e del lanciafiamme Ti consiglio vivamente di portarlo a Stresa 2014..un premio è MATEMATICO! !!

Commento di Gianni [13/06/2014]:
Difficile aggiungere altro...è stato detto tutto...anche a me è piaciuto molto le esplosioni in acqua , gli spari ,il caos , tutto è stato piazzato meticolosamente , anche a me a fatto rivivere la scena iniziale del soldato Ryan .
Bravissimo
Gianni

Commento di Casati Riccardo [13/06/2014]:
Grazie ancora ragazzi ..Gianpaolo mi hai commosso veramente anch'io sono un gran appassionato della storia dello Sbarco e cerco di informarmi sugli eventi ... una cosa che vorrei sottolineare è che la sabbia del diorama è interamente quella di Omaha raccolta da me in Normandia ...

Riccardo

Commento di Antonino Mazzù [13/06/2014]:
Ciao Riccardo....
Io da appassionato di aerei mi sono un pochino soffermato sui due Mustang. Personalmente non li avrei messi ma nulla toglie assolutamente all'enorme lavoro da te fatto.
Una sola parola.... FANTASTICO.

Commento di adriano piludu [15/06/2014]:
Ciao Riccardo , ti invio i miei complimenti.
Hai fatto un lavoro stupendo.
Da non credersi.
Continua. Ci sono stoffa e cuore.
Meriti successo.
Adriano

Commento di Gian Marco [13/04/2015]:
Lavoro stupefacente
Le nozioni storiche sono dettagliatissime e minuziose..
Bravo

Commento di FRANCO BALDACCINI [13/04/2016]:
CARO AMICO
SEI ECCEZIONALE !! HAI CREATO UN REALISMO PERFETTO. IO SONO STATO A OMAHA BEACH E A VEDERLA COSI' SEMBRA UNA SPIAGGIA COME TUTTE LE ALTRE.... INVECE... APPENA VAI A VISITARE UNO DEI TANTI MUSEI SPARSI LUNGO LA COSTA DELLO SBARCO TI RENDI CONTO DI QUELLO CHE E' STATO ... AGENDINE , FOTO DI FAMIGLIA E DI FIDANZATE BRUCIATE O ROVINATE ORMAI DAL TEMPO, ELMETTI FORATI DA PALLOTTOLE. PER NON PARLARE POI DELLE IMMENSE FILE DI CROCI DEI VARI CIMITERI,DI QUALUNQUE BANDIERA E NAZIONE, COME QUELLE CHE SI VEDONO NEL FILM "SALVATE IL SOLDATO RAYAN".. SE VI CAPITA E SIETE APPASSIONATI DI STORIA COME ME, VI CONSIGLIO DI ANDARCI; E' UN ESPERIENZA CHE ,COME DICE IL NOSTRO AMICO , SERVE A RENDERE UN PICCOLISSIMO OMAGGIO A TUTTI QUEI MORTI .SCUSATE QUESTA MI RIFLESSIONE, MA MI SEMBRAVA PERTINENTE. COMUNQUE ANCORA COMPLIMENTI !!!!!!!!!!!!!

Commento di Marco [12/01/2018]:
SPETTACOLARE!!!!!!!!!!

Commento di maurizio [21/02/2018]:
A parte qualche comprensibile errore, si tratta di un'opera straordinaria per dimensioni, numero e varietà dei soggetti... ma davvero questa è la tua prima realizzazione modellistica? Non avevi mai dipinto un soldatino o costruito un aereo prima? Difficile da credere, anche perchè, come in qualunque hobby, si inizia a piccoli passi, acquistando prodotti economici e semplici da realizzare per capire il proprio livello di abilità e, soprattutto, se ci si diverte...Tu hai davvero comperato tutto 'sto po' di materiale senza neppure sapere se eri in grado di montare e dipingere il tutto? Se è davvero così, rimango impietrito...

Commento di Andrea Marchino [16/04/2018]:
Complimenti molto bello, come hai già commenta tu ci sono delle licenze poetiche ma è un lavorone. Una sola cosa devi dire al servente del bazooka di togliersi da dietro, se no questa è l'ultima volta che vede la sua mano, se è fortunato



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No