Galleries

Alby Starkiller
Alessandro Gennari
Alessandro Tulli
Angelo Battistelli
Antonio Caramia
Antonino Mazzù
Cristiano Montagnani
Dino Dall'Asta
Enrico Calanchini
Enrico Macchi
Ezio Bottasini
Fabio Bonatti
Federico Toselli
Francesco Sasso
Francesco Sbarile
Franco Corti
Gerardo Quarello New
Giampaolo Bianchi
Giorgio Brigà
Giorgio Sassi
Giovanni Olivero
Gianluca Giora
Giuseppe Giovenco
Giuseppe Pino Penna
Junio de Angelis
Lauro Bonfà
Lorenzo Evangelista
Luca Navoni
Luigi Cuccaro
Luigi Gandini
Marco Bracchitta
Marco Manzo
Marco Vergani
Marco Rondinelli
Mario Bentivoglio
Mario Galimberti
Mario Capuano
Massimo Cerrato
Massimo M. De Luca
Matteo Nespoli
Mauritius Pictor
Mauro Zanchi
Maurizio Ugo
Mauro Rota
Michelangelo Galli
Michele Morelli
Michele Pelizzola
Natale Lapedota
Paolo Solvi
Pier Giuseppe Sopegno
Riccardo Casati
Robeto Colaianni
Roberto Gallo
Pietro Ballarini
Sierra Charlie
Stefano Deliperi
Stefano Lana
Valter Vaudagna
Vito De Palo

Adriano Costa
Alessandro Carlino
Andrea Negri
Andrea Muzzu
Andrea Tallillo
Antonio De Carlo
Bruno Carruolo
Carlo Canducci
Cakic Dragan
Claudio Bocchini
Cristian Sartori
Daniele Pace
Davide DI Benedetto
Enrico Chiavacci
Fabio Lega
Fabrizio Cheli
Franco Fransesini
Federico Zanetti
Fernando Volpe
German Elizalde
Giampiero Scartezzini
Gianni Negri
Ginetto Savi
Giorgio Casale
Giovanni Bernardini
Giuseppe Brocchini
Giuseppe Di Marco
Giuseppe Virgitto
Italo Feregotto
Ivano Franco
Lino Filippini
Luca Piccini
Luigi Sani
Marco Berettoni
Mario Galimberti
Massimo Icardi
Massimo Marchi
Massimo Montini
Massimo Stinco
Marco Smeriglio
Mauro Bellato
Mauro Panin
Mauro Toresi
Orazio Pappalardo
Pier Paolo Marcis
Renzo Cabras
Riccardo Barillari
Ugo Giberti

  Distrazioni Modellistiche

Unimog U 1300
Mercedes Unimog U 1300
Luca Navoni


I precedenti...

24 Hours Race Car
Ecto 1 - Ghostbusters

  Un figurino passo passo ...

Enrico V


Enrico V

  Primi Passi ...

Sherman


Realizzare uno Sherman

  Newsletter

Inserisci la tua e-mail, sarai aggiornato sulle novità del sito!





Informativa sulla Privacy
  Quick Articles...

Mohawk Warrior 1700
Mohawk Warrior 1700

  Editoriale

Perche' KitShow?

Israel Tank Merkava Mk. I - Lauro Bonfà

Modello Tamiya Scala 1/35




Considerato dai maggiori esperti militari a livello Mondiale come il miglior Carro da Combattimento costruito negli ultimi 40 anni il Merkava fece il suo esordio sui campi di battaglia del Libano meridionale nel Giugno del1982 durante l'operazione Pace in Galilea attuata dall'esercito dello Stato Ebraico per scacciare definitivamente le forze Palestinesi dell'O.L.P. di Arafat che dal Paese dei Cedri bombardavano e colpivano con incursioni i Kibbutz Israeliani nel nord della Galilea.




Uno dei punti di forza di questo eccellente corazzato stà nella scelta di porre il motore e i principali organi meccanici nella parte anteriore del mezzo costituendo in tal modo un eccellente protezione per l'equipaggio e potendo cosi nella parte posteriore trasportare quattro soldati perfettamente equipaggiati oltre all'equipaggio.
Questi fucilieri potevano uscire durante il combattimento dal retro del carro grazie ad un portello posteriore.
Questo modello montava un potente cannone (per l'epoca) da 105 MM, oggi la versione MK. IV monta un 120mm.




Poiché è stato il primo carro armato interamente progettato e costruito in Israele mi sento di definirlo un Born in Battle visto che ha inglobato in sé tutte le migliori caratteristiche belliche frutto dell'esperienza di tante guerre combattute da Israele fin dalla sua nascita nel lontano 1948.
Una piccola curiosità, il suo nome deriva dall'evocativo riferimento biblico relativo al Carro di Fuoco descritto nella visione biblica avuta dal Profeta Ezechiele.


Israel Tank Merkava Mk. I

Il modello che ho costruito parecchi annetti fa (siamo nei primi anni novanta) è della Tamiya, nella consueta scala 1/35.




Lo feci rigorosamente da scatola, senza patemi e per puro divertimento.


Vi confesso che mi appassionano molto i mezzi Israeliani forse per la storia che c'è dietro al loro impiego o forse perché semplicemente dal punto di vista modellistico sono ricchi di fascino.










La costruzione è formata dai tre classici sottoinsiemi principali, scafo inferiore, compresi cingoli in vinile e ruote, scafo superiore e torretta con cannone.
Il tutto preciso negli incastri e nei dettagli e nell'assemblaggio.
Dalle varie foto su libri e riviste presi lo spunto per i vari caricamenti in torretta, peculiarità dei mezzi israeliani.






In quegli anni non esistevano ancora i set di colori già pronti per i vari eserciti e perciò sono partito da un sabbia Humbrol mescolato con del Khaki Drab ottenendo a mio modesto parere una tonalità abbastanza aderente al mezzo reale.




Un saluto e un abbraccio ai miei Cari KitshowMen.


Lauro Bonfà

[Gallery]

Gruppo Herring Mantova

10.04.2017




Commento di Enrico Calanchini [26/04/2017]:
Bravo Lauro, un bel modello veramente ben realizzato dell'affascinante corazzato Israeliano, specie se affiancato da una bellezza in uniforme.
Complimenti
Ciao, Enrico

PS Molto significative le origini del nome a me sconosciute

Commento di Luca Navoni [26/04/2017]:
Devo ammettere che nella tua prefazione c'è una foto molto interessante..... ;-) ....e chi vuol capire mi ha capito.....!!!

...tornando al modello, senza perdersi in altre distrazioni, ottimo realismo e buoni i punti di luce e le varie sfumature e giochi di colore.....

....vai così.....!!!! un abbraccio e un saluto, Luca.

Commento di giampaolo bianchi [26/04/2017]:
GRANDE LAURO..BELLISSIMO PEZZO CONSIDERATO CHE LO HAI FATTO QUANDO AVEVI SICURAMENTE MENO ESPERIENZA..QUINDI GIU' IL CAPPELLO..P.S..COMPLIMENTI PER LA FOTO DELLA SOLDATESSA
UN CARO ABBRACCIO.
GIAMPAOLO

Commento di ezio bottasini [27/04/2017]:
Grande Lauro, io da vecchio barbogio, mi sarei fermato alla foto più "interessante"......poi ho visto quelle del modello e ho proseguito nella visio e lettura.....molto bello per essere un modello di 25 e passa anni fa......belle le luci date per dare tridimensionalità, belli i carichi aggiunti e... insomma proprio un bel modello, poi dopo gli aerei i carri a me "mi" piacciono, prima o poi........
Magari a Varedo quest'anno vedremo qualcuno dei tuoi capolavori dal vero....

Commento di Gianni [27/04/2017]:
Un lavoro ben riuscito, complimenti a questo punto sarebbe da realizzare una basetta con sabbia per poterlo accogliere. Bravo
Gianni

Commento di giovenco giuseppe [27/04/2017]:
bello!!! .... ma manca l'ausiliaria dell'esercito israeliano che hai riportato nella foto del servizio!!! non è corretto mostrare tanta beltade e non riprodurla ... anche tu sei stato plagiato dalle donne in divisa .... naturalmente il pezzo è in livrea desertica, quella che più ti si confà... vero Bonfà?

Commento di Lauro Bonfà [28/04/2017]:
Grazie Carissimi, è sempre un piacere condividere con tutti voi i miei lavori, visto che sapete essere ironici, ottimi consiglieri e spartani giudici. Mi fa molto piacere inoltre che abbiate apprezzato il mio manufatto e perché no la mia carissima amica in.......... uniforme (si.....magari) comunque ribadisco spesso che è anche questo un modo di non prenderci troppo seriamente. Grazie Enrico, nel nostro piccolo quotidiano cerchiamo di dare anche nozioni didattiche. Ezio Carissimo,ti aspetto al varco. Per Varedo ne parleremo a tempo debito. Gianni, ci stò lavorando con una basetta semplice ma accattivante visto che lo spazio per poi riporli è per me un problema. Effettivamente Caro Giuseppe sarà l'età o altro ma devo riconoscere che anche noi maschietti subiamo ormai il fascino della divisa. Un saluto e un abbraccio a tutti voi.

Commento di Valter vaudagna [29/04/2017]:
Non me ne intendo molto di carri...ma ho apprezzato molto la storia della nascita di questo carro ...sempre interessante apprendere cose nuove ..in ogni caso mi sembra un buon lavoro, i mezzi delle forze israeliane hanno un loro indiscutibile fascino ...un caro saluto ..Valter

Commento di Sandra [02/05/2017]:
E bravo Lauro....vedo che ora utilizzi fonti diverse...non solo immagini di repertorio...comunque sempre bravo e interessante!!!

Commento di Vito [03/05/2017]:
Ciao Lauro
Perdonami il ritardo ma periodo difficile
Complimenti per l'ennesimo gioiellino
Ciao Vito



Puoi inserire un commento su questo articolo

    Nome

    E-mail

Visualizza la mia e-mail nel commento Si No


Avvertimi su eventuali aggiornamentiSi No